Mostra “Arte senza frontiere. L’anima del mondo nella scultura”

Biljana Petrovic, Zeus

L’idea di organizzare una mostra in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bologna è nata in concomitanza del progetto internazionale del LIA di Rovereto, che ha visto protagonisti i nostri studenti in un soggiorno di venti giorni presso la città di New York. Le finalità del progetto sono state molteplici: in primis, incentivare l’autocoscienza e la riflessione sulla propria identità nazionale, confrontandola con quella di altri studenti di Paesi diversi dal proprio, penetrando nello spirito di altre identità. I ragazzi inoltre sono stati impegnati in un progetto di lavoro sull’identità nazionale presso la sede della World Youth Alliance. Importanti sono state le visite ai musei newyorkesi dove, attraverso l’arte, gli studenti sono stati sensibilizzati nel cogliere l’identità che ogni singolo artista ha manifestato attraverso le sue opere e nel saper leggere, attraverso di esse, una visione del mondo personale dell’autore. Da qui l’idea di realizzare una mostra che permettesse ulteriormente e portasse avanti questo dialogo tra mondi diversi. La scelta è stata indirizzata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, quale miglior esempio di realtà internazionale in Italia. Se il fulcro del progetto è stato sensibilizzare lo studio dell’identità nazionale nell’arte, il tema della mostra, dal titolo “Arte senza frontiere. L’anima del mondo nella scultura”, vuole ampliare il raggio d’azione, per far intendere l’universalità del linguaggio artistico ed in particolare della scultura come tramite, mezzo di unione tra popoli. Ci tenevo a sottolineare il fatto prezioso per la nostra scuola: gli studenti dell’Accademia, coordinati dallo scultore e docente di scultura Prof. Guglielmo Vecchietti Massacci, provengono da Paesi diversi: Spagna, Belgio, Cina, Giappone, Grecia, Iran, Serbia, Italia. Ognuno ha portato il suo piccolo grande mondo, la loro nazionalità, la loro cultura, il loro modo di percepire il mondo attraverso l’arte.

Clicca sul link qui sotto per sfogliare il catalogo della mostra formato e-book:

Le foto del presente catalogo sono state realizzate dal prof. Giampiero Guerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *